ORDINANZA DEL SINDACO N. 15 del 19-03-2020 – OGGETTO:ULTERIORI MISURE PRECAUZIONALI PER LA PREVENZIONE E GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 SUL TERRITORIO COMUNALE.

News    19/03/2020

VISTA l’ Ordinanza n. 18 emessa in data 15/03/2020 dal Presidente della Giunta Regionale della Campania, con la quale i Comuni Sala Consilina, Polla, Atena Lucana e Caggiano sono stati posti in stato di quarantena con divieto di entrata e uscita per contenere la diffusione del contagio da Covid-19 e i rischi persistenti nella zona;

CONSIDERATO che sono in corso accertamenti da parte delle Autorità Sanitarie per la completa definizione della catena epidemiologica da sottoporre al protocollo previsto.

ATTESO, in aggiunta alle misure di quarantena già disposte dalle Autorità Sanitarie e dalla Regione Campania, di dover adottareulteriori misure di natura precauzionale tese a limitare al massimo la circolazione di persone e prevenire la diffusione del virus sul territorio comunale.

CONSIDERATO che in caso di emergenze sanitarie e di igiene pubblica, il Sindaco in qualità di Autorità comunale di protezione civile ai sensi della Legge n. 225/92, al verificarsi di una situazione d’emergenza, acquisite le opportune e dettagliate informazioni sull’evento, assume la direzione dei servizi di soccorso , nel caso di eventi localizzati e limitati all’ambito comunale, ex art. 2 L. 225/92 lett. a) e lett. b) e assistenza alla popolazione colpita e provvedere all’adozione dei necessari provvedimenti;

CHE quale rappresentante della comunità locale nell’ambito del territorio comunale, adotta le ordinanze contingibili e urgenti ai sensi dell’art. 32 della Legge n. 833/1978 e dell’art. 117 del D. Lgs. n. 112/1998.

VISTI:

  • il D.L. 23/02/2020 n. 6 recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019”, convertito dalla Legge 05/03/2020 n. 13;

– i D.P.C.M., 01/03/2020, 08/03/2020, 09/03/2020 e 11/03/2020;

  • l’art. 50 del D. Lgs 18 agosto 2000 n. 267 e s.m.i. (T.U.E.L.).

VISTO l’art. 7 della Legge n. 241/90, ai sensi della quale, per i provvedimenti caratterizzati da ragioni di celerità del procedimento (consistenti nel caso di specie, nell’urgenza di dare immediata tutela all’interesse della sicurezza ed incolumità pubblica) non è comunicato l’avvio del procedimento;

VISTO lo Statuto Comunale;

RITENUTA la propria competenza all’adozione del presente provvedimento trattandosi di atto finalizzato alla tutela della salute pubblica.

O R D I N A

CON DECORRENZA IMMEDIATA E FINO AL 31 MARZO 2020, SALVO PROROGHE:

  1. E’ consentito a un solo componente di ogni nucleo familiare di Sala Consilina non sottoposto a regime di quarantena domiciliarefiduciaria o coatta, di provvedere personalmente a recarsi presso gli esercenti e negozi presenti sul territorio di Sala Consilina per acquistare generi alimentari, di prima necessità e farmaci. La persona incaricata dovrà essere munita di autocertificazione per lo spostamento e ha l’obbligo di utilizzare dispositivi di protezione individuale (mascherina).
  2. La raccolta differenziata dei rifiuti sul territorio comunale deve svolgersi nel rispetto delle seguenti direttive impartite dall’Istituto Superiore di Sanità, in particolare:
  •       chi si trova in regime di isolamento domiciliare, poiché risultato positivo al test da coronavirus o in quanto posto in quarantenaobbligatoria, non deve differenziare i rifiuti, gli stessi vanno conferiti chiusi con due o tre sacchetti resistenti nei giorni previsti per il conferimento dei rifiuti indifferenziati. Gli animali domestici non devono accedere nel locale in cui sono presenti i sacchetti;
  •      se, invece, non si è positivi al test da coronavirus, la raccolta differenziata dei rifiuti deve continuare come sempre rispettando il vigente calendario dei conferimenti in base alla tipologia dei rifiuti, usando però l’accortezza, se si è raffreddati, di smaltire i fazzoletti di carta utilizzati raccolti in apposito involucro, nella raccolta

INVITA

  • i cittadini sottoposti a regime di quarantena preventiva, i cittadini anziani o quelli impossibilitati per motivi di salute, a contattare telefonicamente gli esercenti e le farmacie di Sala Consilina per la richiesta di spesa o farmaci che verranno loro consegnati a domicilio dai Volontari di Protezione civile e della Croce Rossa di Sala Consilina che si sono resi disponibili ad organizzare con l’Amministrazione Comunale questo progetto di solidarietà. Per eventuali esigenze e/o informazioni contattare i numeri: 3923425494 – 33149287702;
  • tutti coloro che si trovano nella necessità di uscire dal territorio comunale per esigenze lavorative improcrastinabili, di salute o urgenze, a voler contattare i seguenti numeri telefonici per ricevere direttive in merito alle quali attenersi scrupolosamente: 0975-527500 della Legione Carabinieri Campania Stazione di Sala Consilina ; 0975-525511 e 0975-525526 della Polizia Stradale di Sala Consilina; 0975- 525235 della Polizia Locale di Sala Consilina;
  • i datori di lavoro titolari di imprese e di esercizi commerciali con sede in Sala Consilina, che possono svolgere attività consentite dalla normativa emergenziale, a predisporre turni lavorativi con un contingente minimo di personale per lo svolgimento delle attività assicurando e vigilando sulla corretta dotazione di dispositivi di sicurezza e sull’osservanza delle misure igieniche precauzionali per evitare il diffondersi del contagio da Covid-19.

DISPONE

Ai sensi della legge 7 agosto 1990, n.241 si comunica che il responsabile del procedimento  è  il Responsabile P.O. del Settore Polizia Locale sig. Andrea Lasala .

La presente ordinanza ha efficacia immediata ai sensi e per gli effetti dell’art. 21 bis della Legge 241/90 e ss.mm. e ii e va pubblicato in data odierna all’Albo Pretorio del Comune di Sala Consilina e sul sito web istituzionale affinché sia data ampia diffusione.

II Comando di Polizia Locale è incaricato di vigilare sull’osservanza delle disposizioni contenute nella presente ordinanza.

La presente ordinanza viene altresì trasmessa a:

Il provvedimento verrà inoltre trasmesso al Ministro della Salute entro ventiquattro ore dall’adozione, ai sensi del D.L. 23 febbraio 2020 n. 6.

Avverso la presente ordinanza è ammesso, entro 60 giorni dalla pubblicazione, ricorso al TAR Campania Sezione di Salerno o in alternativa, entro 120 giorni dalla pubblicazione, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

 

SCARICA ORDINANZA PDF

Torna all'inizio dei contenuti